CURIOSITÀ AGRICOLE – Parliamo di agroforestazione

Azienda Agricola Casaria - PRODOTTI BIOLOGICI - Organic Products - БИОЛОГИЧЕСКАЯ ПРОДУКЦИЯ - BIOLOGISCHE PRODUKTE - Agroforstazione - Agroforestry - АГРОЛЕСОВОДСТВО - GROFORSTWIRTSCHAFT - agroforestazione agroforestry agroselvicoltura

CURIOSITÀ AGRICOLE – Parliamo di agroforestazione

Davvero una piacevolissima visita quella di Matteo Mazzola (perito agrario ed esperto in sistemi agroecologici) titolare dell’azienda agricola ISIDE di Sulzano (una giovane azienda che sta crescendo rapidamente in un complesso sistema agro-silvo-pastorale gestito con un approccio agroecologico, producendo ortaggi con un approccio incentrato sull’efficienza dello spazio, sul controllo dell’erosione e delle risorse, sulla remineralizzazione dei suoli e degli alimenti e sul sequestro del carbonio), e di altri tre suoi collaboratori, Rachele Stentella (Agronomo), Simone Rossi (Geologo) e Massimiliano Miatton, che in settimana ci hanno raggiunto per approfondire la conoscenza dei sistemi agroforestali.

Prendendo spunto da questo piacevolissimo scambio di esperienze e conoscenze tra la nostra azienda, l’esperienza di Iside e il dottor Giustino Mezzalira (direttore della Sezione Ricerca e Gestioni Agroforestali di Veneto Agricoltura, nonché presidente dell’AIAF) vorremmo, in queste poche righe, approfondire per e con voi il tema dell’agroforestazione.

L’agroforestazione (agroforestry) o agroselvicoltura è una specifica tecnica agricola che prevede la deliberata consociazione di arboricoltura e agricoltura (seminativi e/o pascoli) nella stessa area, dove si integrano e interagiscono, traendo beneficio per se stesse e generandone per l’ambiente.

Questi sistemi hanno rappresentato, fino agli anni 50-60 dello secolo scorso, la forma più comune di sfruttamento agricolo del suolo nella nostra fascia climatica. Il successivo avvento della meccanizzazione agricola e la relativa tendenza alla monocolture però hanno fatto si che, nel corso della seconda metà del XX secolo, questi sistemi siano stati quasi completamente abbandonati, tranne nelle aree meno vocate all’agricoltura intensiva.

Entrando più nello specifico potremmo suddividere l’agroforestazione nei seguenti sistemi:

  • Silvoarabili (specie arboree / specie erbacee colturali)
  • Silvopastorali (allevamento / arboricoltura)
  • Sistemi lineari (siepi frangivento / fasce tampone ai bordi dei campi)
  • Fasce ripariali (specie arboree e arbustive agli argini dei corsi d’acqua)
  • Coltivazioni in foresta (coltivazione di funghi, frutti di bosco e prodotti non legnosi in genere, nella foresta)

 

È doveroso precisare come l’agroforestazione moderna, o meglio la spinta verso il ritorno a questa pratica agricola ormai abbandonata, non voglia assolutamente sostituirsi alle odierne pratiche agricole, ma piuttosto integrarsi ad esse, migliorandone la produttività e il beneficio economico, in un ottica di profitto sostenibile.

I principali e più evidenti benefici del ritorno a questo sistema agricolo, che come azienda abbiamo riscontrato, sono stati sicuramente l’aumento della biodiversità e il miglioramento della fertilità dl suolo, nonché la protezione dall’erosione per quest’ultimo garantita dall’impianto radicale delle fasce arboree. Senza dimenticare l’aumento della produttività complessiva, l’aumento del carbonio stoccato nei nostri terreni e, ultimo ma non ultimo, il netto miglioramento del paesaggio aziendale.

Quella dell’agroforestazione, citando il Dott. Mezzalira, “è una grande opportunità per le aziende agricole e per la società”. Pensiero pienamente condiviso e, come azienda, speriamo che sempre più agricoltori ne riconoscano il potenziale, per il bene delle loro aziende ma anche, e sopratutto, per il bene del mondo che ci ospita. Per questo motivo accogliamo sempre entusiasticamente le richieste di chi senta la necessità di toccare con mano i benefici di questa pratica prima di intraprenderla personalmente, convinti che il giusto spirito imprenditoriale nel nostro settore sia quello della condivisone delle esperienze, al fine di raggiungere una sempre maggior consapevolezza.

Vi lasciamo di seguito alcuni link interessanti per approfondire l’argomento:

AIAF
Agroforestry World Congress
Agforward

No Comments

Post A Comment